Per la progettazione del sistema di evacuazione forzata dei fumi serve considerare attentamente la configurazione architettonica ed impiantistica dei locali. Infatti la soluzione SEFFC (sistema di evacuazione forzata di fumo e calore) richiede oltre all’installazione di ventilatori forzati a soffitto o parete, anche la presenza di superfici apribili posizionate nella parte bassa del locale essenziali per l’immissione di tanta aria quanta ne viene estratta, oppure in alternativa di macchine di ventilazione forzata. La progettazione di tali sistemi è eseguita in conformità alla norma tecnica UNI 9494-2:2012, considerando i seguenti parametri:
– Altezza locale
– Altezza libera da fumo (minima 0,5 m)
– Altezza strato di fumo (masi mo 2,5 m)
– Tempo allarme (0 minuti con impianto rilevazione)
– Tempo intervento squadre soccorso
– Tempo convenzionale sviluppo incendio
– Velocità propagazione incendio
– Rilascio termico materiale
– Gruppo dimensionamento
– Temperatura media fumi
– Temperatura locale fumi
– Classe componenti impianto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *