Le attività di demolizioni di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3.000 m2 sono soggette al controllo dei Vigili del Fuoco dal 07/10/2011, ai sensi del nuovo DPR 151/2011, e sono individuate al punto 55 dell’allegato 1 al decreto.

Con il vecchio DM 16/02/1982 le auto-demolizioni non erano soggette all’autorizzazione di prevenzione incendi, mentre con il nuovo decreto sono state inserite nell’elenco ed equiparate alla vecchia attività sui “Depositi di prodotti della gomma, pneumatici e simili con oltre 100 quintali”.

I responsabili di queste attività devono presentare il progetto dell’impianto al comando locale dei Vigili del Fuoco per la valutazione dello stesso, ed una volta ottenuto il parere favorevole presentare la segnalazione certificata di inizio attività.

Quindi tutte le attività di demolizioni di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3.000 m2, in base alla superficie dell’impianto devono seguire questo iter procedurale per la presentazione delle domande ai Vigili del Fuoco:
A – non applicabile;
B – fino a 5.000 m2 (valutazione progetto e SCIA);
C – oltre 5.000 m2 (valutazione progetto, SCIA e visita per CPI).

La mancata presentazione del Progetto e della SCIA ai Vigili del Fuoco comporta sanzioni amministrative, penali e la sospensione dell’attività commerciale.

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *